Un genio come Tourneur e una lezione: i capolavori sono figli del mercato

Film con le bare e non, al Locarno 2017

Un genio come Tourneur e una lezione: i capolavori sono figli del mercato

Jacques Tourneur

I film con le bare riescono sempre, perfino ai registi italiani. “Easy” di Andrea Magnani, in coproduzione con l’Ucraina (visto al Locarno Festival, in sala dal 31 agosto) racconta un giovanotto sovrappeso, ex pilota di go-kart, che alla guida di un carro funebre si avventura nel profondo est. Il defunto era un operaio caduto da un’impalcatura, va restituito ai parenti nei Carpazi. Per colonna sonora, “Felicità” di Al Bano e Romina: funge da lingua franca quando i gesti non bastano....

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi