Il Papa al Cairo denuncia la violenza, l' imam parla degli "ebrei occupanti"

Francesco omaggia i martiri copti: "Fede e violenza incompatibili"

Il Papa al Cairo denuncia la violenza, l' imam parla degli "ebrei occupanti"

Papa Francesco (foto LaPresse)

Roma. Il presidente Abdel Fattah al Sisi si toglie gli occhiali da sole solo all’interno della sala dove incede la teoria di ospiti e invitati alla cerimonia d’accoglienza organizzata per il Papa di Roma, pellegrino nell’Egitto dove la convivenza millenaria tra cristiani e musulmani è ogni giorno resa più ardua dal fondamentalismo. Prima, all’esterno, tra guardie d’onore impettite e bandiere nazionali, Francesco ascolta l’Inno pontificio eseguito dalla non eccelsa banda delle Forze armate locali, che in passato aveva trasformato davanti...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    29 Aprile 2017 - 13:01

    Emerge che il Primo va a farfalle, il secondo ricorda che gli ebrei vanno spazzati via. Non sono degni di misericordia. Ciascuno dei due, poi, ritorna al proprio ovile e ... la vita continua.

    Report

    Rispondi

  • guido.valota

    29 Aprile 2017 - 12:12

    Vabbè', il solito dialogo tra sordi, o meglio tra un cieco e un sordo. La parte positiva è che il grande imam conceda che i cristiani non siano terroristi anche se mille anni fa uccidevano per la croce. La parte negativa è che in cucina dovremo arrangiarci senza coltelli dato che, se qualcuno li usasse vedi mai per sgozzare gli altri, è perchè vengono prodotti e venduti coltelli da cucina. Ma ciechi e sordi sono tutti d'accordo che è colpa degli Ebrei.

    Report

    Rispondi

Servizi