Il Decano della Rota: "Il Papa potrebbe privare del cardinalato i contestatori di Amoris laetitia"

Mons. Pinto: "Brandmüller, Burke, Caffarra e Meisner hanno commesso uno scandalo molto grave. Non si può dubitare dell'azione dello Spirito Santo"

Il Decano della Rota: "Il Papa potrebbe privare del cardinalato Burke, Brandmüller, Caffarra e Burke"

Una parte del Collegio cardinalizio durante l'ultimo concistoro (LaPresse)

Roma. "Quale chiesa difendono questi cardinali? Il Papa è fedele alla dottrina di Cristo. Ciò che hanno fatto questi cardinali è uno scandalo molto grave che potrebbe portare il Santo Padre a privarli della berretta cardinalizia, come è già accaduto in altre epoche della chiesa". A dirlo, a Religión Confidencial, è stato mons. Pio Vito Pinto, decano della Rota Romana. I cardinali di cui parla sono Walter Brandmüller, Raymond Leo Burke, Carlo Caffarra e Joachim Meisner, rei di aver prima inoltrato al Pontefice quattro dubia circa l'applicazione dell'esortazione post sinodale Amoris laetitia sulla famiglia, quindi di aver diffuso tale missiva al pubblico non avendo ottenuto risposta da Francesco.

 

Il decano della Rota ha aggiunto che "questi quattro cardinali, come altre persone della chiesa che pongono in dubbio la riforma del Papa Francesco e la sua esortazione apostolica Amoris laetitia, stanno discutendo due sinodi dei vescovi sul matrimonio e la famiglia. Non un sinodo, ma due! Uno ordinario e l'altro straordinario. Non si può dubitare dell'azione dello Spirito Santo!".

 

A giudizio di mons.Pinto c'è poco anche da discutere sulla presunta mancanza di risposte da parte del Pontefice: "Il Papa non ha risposto direttamente a questi quattro cardinali, ma indirettamente ha detto loro che essi vedono solo bianco o nero, quando nella chiesa, invece, ci sono varie sfumature di colori".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • iksamagreb@gmail.com

    iksamagreb

    04 Dicembre 2016 - 14:02

    Ma se i Dubia sono così scandalosamente inammissibili, vuol dire che tutti i Cardinali, i Vescovi e pure i Sacerdoti hanno le idee chiare in merito, tranne quei quattro. E allora, cosa ci vuole a spiegare in termini chiari anche a loro il perché dubbi non ne possono e non ne debbono avere? Altrimenti, a sentire solo minacce anche a noi poveri diavoli comincia a venire qualche dubbio su questi duecento Principi della Chiesa.

    Report

    Rispondi

  • iksamagreb@gmail.com

    iksamagreb

    03 Dicembre 2016 - 23:11

    Ma se i Dubia sono così scandalosamente inammissibili, vuol dire che tutti i Cardinali, i Vescovi e pure i Sacerdoti hanno le idee chiare in merito, tranne quei quattro. E allora, cosa ci vuole a spiegare in termini chiari anche a loro il perché dubbi non ne possono e non ne debbono avere? Altrimenti, a sentire solo minacce anche a noi poveri diavolicomincia a venire qualche altro dubbio.

    Report

    Rispondi

  • giangi

    giangi

    01 Dicembre 2016 - 11:11

    Veramente non ho mai sentito che approvi il divorzio Gesù stesso lo ha detto e la chiesa ne fa tesoro ma indica come il matrimonio va scelto senza costrizione e in piena volontà

    Report

    Rispondi

  • ghespo

    29 Novembre 2016 - 22:10

    Il Papa non ha risposto perch6 la risposta non la può dare altrimenti andrebbe in contrasto con il magistero della Chiesa o con se stesso sia con un no vhe con un si in base alle richieste dei 4 cardinali e allora non risponde . Cio è già una risposta comunque

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi