Il matrimonio crolla nell’Europa pasciuta che può fare a meno del futuro

Il futuro della società dipende dalla possibilità di avere figli che siano socializzati e moralmente all’altezza. Roger Scruton interviene nel dibattito sulla famiglia inaugurato da Giuliano Ferrara
Il matrimonio crolla nell’Europa pasciuta che può fare a meno del futuro

La famiglia è l’unico modo conosciuto, o che perlomeno gli umani abbiano scoperto, per riprodurre noi stessi. E non intendo solo riproduzione in senso biologico, ma anche culturale, morale e politico.

 

Il futuro della società dipende dalla possibilità di avere figli che siano socializzati e moralmente all’altezza. L’evidenza dice che la nascita al di fuori del vincolo matrimoniale non garantisce questi risultati, mentre la famiglia lo fa.

 

Le nostre élite godono di privilegi che consentono loro di vivere come se il futuro non li riguardasse. La loro filosofia è una versione aggiornata di quella di Auguste de Villiers de L’Isle-Adam: “Quanto alla riproduzione, se ne possono occupare i nostri domestici”. Dove per “domestici” oggi si intende il welfare state che si prenderà cura dei sottoprodotti non voluti della nostra indulgenza sessuale.

 

[**Video_box_2**]Ovviamente la demografia dell’Europa è già stata colpita da ciò, e la cancelliera Angela Merkel ha deciso che è meglio avere una Germania islamica che non avere per niente una Germania. Anche se io ritengo sia abbastanza ragionevole non essere d’accordo con lei.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi