La maschera dell’ipocrisia di chi ha causato la crisi è verde

Piano a esaltare l’ambientalismo post enciclica: questa nuova “religione” universale punta a rendere inutile la chiesa cattolica
La maschera dell’ipocrisia di chi ha causato la crisi è verde

Conferenza di presentazione della Lettera Enciclica "Laudato sì" di Papa Francesco (foto LaPresse)

Al direttore - La rubrica di mercoledì in prima pagina a frima Maurizio Crippa ha stimolato in me la seguente riflessione “indignata”. L’ambientalismo, così esaltato soprattutto post Enciclica Laudato si’, sta diventando la “maschera della ipocrisia” di chi ha ispirato e supportato le vere, e non riconosciute, origini della crisi economica (e perciò della povertà e diseguaglianze accentuate) e del degrado ambientale: i profeti della chiesa neomalthusiana e gli apostoli della medesima dottrina, che negli ultimi quarant’anni hanno propugnato la riduzione (se non la fine) delle nascite su questa terra. Riuscendo però a ottenerla solo in occidente. E proprio questa dottrina ha originato la crisi e il degrado.

 

La crisi economica infatti è originata dal crollo della natalità in occidente e dalla folle politica economica adottata per compensare la conseguente riduzione della crescita del pil, cioè aumentare i consumi individuali. La povertà progressivamente conseguente è derivata dalla delocalizzazione produttiva in aree del pianeta a basso costo e conseguente reimportazione di beni precedentemente prodotti internamente, ma costosi. Da questa scelta è derivata la deindustrializzazione dell’occidente e l’industrializzazione dell’oriente. L’occidente diventa un area economica di consumatori sempre meno produttori e l’oriente diventa un area di produttori non ancora consumatori. Ma per quanto tempo ancora?

 

Riuscire a bloccare la natalità e produrre crescita zero della popolazione, però, ha generato una “sorpresina”: l’invecchiamento della popolazione e la crescita conseguente dei suoi costi di pensioni e sanità, compensati da un proporzionato incremento delle tasse , che riducono a loro volta il potere di acquisto e gli investimenti.

 

A sua volta il famoso “degrado ambientale” è frutto dei due fenomeni sopra sintetizzati: 1) delocalizzazione in Asia e superproduzione accelerata in questi paesi non ancora interessati e sensibili all’ambiente, ma con consumi energetici in crescita esponenziale . 2) Il superconsumismo in continua crescita e sempre più a debito nei paesi occidentali per sostenere la continua crescita del pil. Si pensi che tra il 1998 ed il 2008 quasi l’80 per cento del prodotto interno lordo americano cresce grazia all’indebitamento delle famiglie americane , che passa dal 68 al 96 per cento del pil. Debito che poi non viene pagato, le banche rischiano il fallimento e il governo interviene…

 

[**Video_box_2**]La stessa crisi europea è stata influenzata indirettamente dal tentativo di soluzione della crisi negli Stati Uniti. Quando nel 2008, per salvare le banche americane venne di fatto “nazionalizzato” il debito delle famiglie, il debito pubblico crebbe enormemente e fu in gran parte collocato sugli investitori di debito sovrano, che investirono in debito Usa e non più in debito europeo (greco, italiano…) grazie anche ai rating penalizzanti che ci vennero inflitti. Perciò son rimasto molto sorpreso leggendo su più giornali italiani che si esprime meraviglia che la crisi greca interessi Obama e gli Stati Uniti , essendo solo un problema europeo…
Ma la mia vera sorpresa si riferisce alla commedia della ipocrisia che sta andando in scena per poi passare alla storia. E’ sorprendente intendere che chi ha prodotto il problema (crisi e ambiente) è lo stesso che ora propone le soluzioni. Le vere soluzioni proposte sono proprio l’origine del problema. Ma in gioco c’è sempre l’uomo, la vita umana, le nascite e le morti, che si vogliono gestire per la “protezione del pianeta”. A volte mi viene il sospetto che si sia persino facilitato il degrado ambientale proprio per imporre l’ambientalismo quale religione universale che accomuni gli intenti e gli interessi dell’intera umanità e in più riesca anche a disintermediare la chiesa cattolica, maggior autorità morale al mondo capace di difendere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi