Palo Alto High, la scuola dei siliconvallici dove si diventa cervelloni o suicidi

Ansia da prestazione, eccessiva ambizione e poco sonno

Palo Alto High, la scuola dei siliconvallici dove si diventa cervelloni o suicidi

Foto via Wikimedia

Se l’Italia è la prosecuzione del liceo classico con altri mezzi, anche la Silicon Valley non fa eccezione. Ieri James Franco, già studente di Palo Alto (autore di un libro di racconti, Palo Alto, una specie di Bret Easton Ellis però ambientati tra figli di startuppari e non cinematografari), ha voluto ringraziare pubblicamente la sua professoressa del liceo, che qui è una microcelebrità. Si chiama Esther Wojcicki, detta “Voj” dagli affezionati studenti che qui non son diventati avvocati e notai come nelle nostre province ma miliardari digitali. La Wojcicki tiene infatti un famoso corso di giornalismo al Palo Alto High, la scuola più ambita dei figli dei siliconvallici, scuola pubblica ma con alto tasso di cervelloni dove ha fondato un programma di giornalismo considerato il migliore d’America.

  

Wojcicki è stata prima giornalista in proprio e poi si è dedicata all’insegnamento: James Franco, che ha frequentato il liceo insieme al fratello Dave, ha incensato la sua ex professoressa in un programma che si chiama “Honored” e mira a valorizzare le figure di insegnanti prominenti. L’attore ha ricordato come la professoressa insegnasse agli alunni l’intero processo di come si fa un giornale, “dalla proposta di notizie al disegno della pagina”, e “spesso abbiamo battuto anche giornali veri con degli scoop”.

  

Sotto le cure della professoressa hanno studiato la figlia di Steve Jobs, il giornalista dell’Economist Gady Epstein, quella della MIT Technology Review Rachel Metz e Nik Ajagu, uno dei massimi dirigenti di Facebook.

   

Ma Voj è nota anche per essere una specie di regina Vittoria della Silicon Valley; le sue figlie siedono infatti sui meglio troni californiani; Susan Wojcicki è la ceo di YouTube, dopo essere stata vice president di Google. Janet è professoressa di pediatria alla università di California-San Francisco (mentre il papà insegna fisica a Stanford). Mentre la terza, Anne Wojcicki, ha sposato il fondatore di Google Sergej Brin (a cui la famiglia affittava un appartamentino). E poi ha fondato 23andMe, fondamentale startup che traccia il Dna umano. Scelta abbastanza comprensibile, visti i successi della famiglia.

  

Il liceo di Palo Alto è poi famoso anche per primati meno gloriosi: è infatti ad alto rischio di suicidio. Il tasso di suicidi è del 14,1 per ogni centomila studenti, contro una media della zona di 5,4 ogni centomila. In passato ci sono state vere epidemie nei migliori licei della zona, il Palo Alto High e il Gunn; nel primo, il 12 per cento degli studenti ha detto agli psicologi di aver contemplato il suicidio. Ultimamente le ferrovie californiane hanno aumentato la sorveglianza alla stazione locale, scelta preferita dagli studenti per ammazzarsi sotto i treni. Nuove telecamere e nuovi parapetti. Tra i motivi dei suicidi si è parlato di eccessiva ambizione delle famiglie, ansia da prestazione, troppo poco sonno. Così un altro provvedimento è stato quello di spostare l’inizio delle lezioni alle 8,25, dopo che tre studenti si sono suicidati nel 2014 perché insonni per i troppi compiti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi