La nuova indagine su Berlusconi avviata dalla procura di Firenze

La requisitoria dei pm del processo palermitano inizierà fra due o tre settimane e sarà marcata dall’attività del processo reggino “’ndrangheta stragista”

La nuova indagine su Berlusconi avviata dalla procura di Firenze

Foto LaPresse

Oggi questa rubrica è incalzata dagli eventi. C’era l’impegno ad approfondire il motivo per cui il processo di Reggio Calabria intende saldarsi con le ultime fasi del processo sulla cosiddetta trattativa, ma c’è la novità della nuova indagine su Berlusconi “mandante occulto delle stragi” avviata di nuovo dalla procura di Firenze. Per la verità, qui si era previsto come la fase finale del processo palermitano fosse quasi costretta, in mancanza d’altro, a tornare su Berlusconi (ne ha scritto su questo giornale Giuseppe Sottile). Non c’è da stupirsi dunque. La requisitoria dei pm del processo palermitano inizierà fra due o tre settimane e sarà marcata senza dubbio dall’attività del processo reggino “’ndrangheta stragista”, dove è imputato Graviano accusato da testi sentiti anche nel processo di Palermo. Sullo sfondo poi ci saranno anche le indiscrezioni che inevitabilmente filtreranno dalla inchiesta fiorentina. Una triangolazione geometrica fra procedimenti che si sostengono l’un l’altro mentre si trovano in fasi diverse: una discussione, un dibattimento, un’indagine. E’ uno schema già visto proprio all’inizio dell’inchiesta sulla “trattativa”. Il raccordo naturalmente poggerà anche sul supporto mediatico. Mancherà però un elemento che all’epoca dell’indagine palermitana fu fondamentale: la commissione parlamentare antimafia come palestra di riscaldamento e cassa di risonanza. Siamo pur sempre in fine di legislatura, anche se non si può escludere che la presidente Bindi tenti di entrare comunque nel gioco.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • luigi.desa

    01 Novembre 2017 - 14:02

    Esiste un premio per il maggior giallista dell'anno ,forse un giornalista peperino potrebbe proporre qualche piemme fantasioso ?luigi

    Report

    Rispondi

  • fabriziocelliforli

    01 Novembre 2017 - 13:01

    E sì che da indagare ce ne sarebbe, senza incaponirsi (no, non voglio dire accanirsi; lascio ancora aperta una porticina, quella del buon senso..ehm..); perché vien da pensare..solo che quando penso lascio la mente libera di produrmi immagini che a fatica riesco a descrivere..e poi il coltello dalla parte del manico..insomma: mi conviene stoppare il post qui..

    Report

    Rispondi

  • fabriziocelliforli

    01 Novembre 2017 - 13:01

    Oh.. ADESSO ho capito! Grazie, Insuperabile.

    Report

    Rispondi

  • guido.valota

    01 Novembre 2017 - 13:01

    Ma non hanno qualcosa di meglio? Sembrano le mummie di Brezhnev, Andropov e Chernenko impegnate nell'impresa di resuscitare il socialismo reale morto e sepolto per fame.

    Report

    Rispondi

Servizi