Moleskine ama ancora la carta ma pensa al futuro digitale

Microsoft e lo storico marchio di notes e agende insieme per il futuro della scrittura

moleskine

La speciale penna Moleskine a inchiostro che digitalizza la scrittura

Interessante come proprio oggi una nota compagnia di telecomunicazioni offra ad alcuni dei suoi clienti un buono sconto del 20 per cento per acquistare un notes Moleskine (brand di agende da Gennaio 2017 non più Made in Italy). Eh si, Nelle ultime settimane proprio la Moleskine ha annunciato insieme a Microsoft di lanciare sul mercato un’app in grado di trasferire dall’agenda gli appunti presi su carta al PC.

 

Sì, avete capito bene, grazie a un sistema denominato SMART WRITING SYSTEM, è possibile trasferire sul PC in tempo reale tutto quello che viene scritto su carta; una tecnologia invisibile applicata sia sul foglio dell’agenda sia sulla penna in datazione trasferirà il tutto . L’app in questione verrà lanciata per le piattaforme Windows10 e soprattutto per i modelli di ultrabook Microsoft Surface, a partire da novembre 2017.

 

Prendete appunti

Come ha fatto un’azienda che vende taccuini di carta a decollare lo stesso anno in cui usciva il primo iPhone? Rileggere Chatwin per capire la strategia Moleskine

 

Si può già acquistare dal sito ufficiale uno SMART WRITING SET al costo di 229 euro comprensivo di: una penna intelligente chiamata Pen+ ; un’agenda creata ad hoc per questo tipo di uso (che prenderà il nome di “paper tablet”, anche se ha la forma e le caratteristiche di una comune agendina Moleskine) e un caricatore che permette di tener sempre carica la penna.

 

Il funzionamento è molto semplice: grazie alle tecnologia “Ncoded” una volta poggiata la penna sul foglio di carta essa riconoscerà esattamente il punto di posizione sulla carta e traccerà tutti i vostri flussi di inchiostro (perché la penna è a tutti gli effetti una normale penna, con cartucce di normale inchiostro), per poi trasferirli sull’app in dotazione. L’applicazione sviluppata da Microsoft dovrebbe essere distribuita gratuitamente (ma non si sa ancora se per sempre o solo per il lancio di questa nuova tecnologia) .

 

Proprio ieri su questo blog riflettevamo sulla carenza di innovazione rapportata al prezzo su alcuni articoli tecnologici. Credo che Microsoft, ormai definitivamente uscita dal mondo smartphone, dopo un brutto e fallimentare tentativo, potrebbe essere sulla buona strada per trovare finalmente una soluzione semplice ed efficace per integrare la vita ‘analogica’ su carta di tutti i giorni con quella digitale.

Giuseppe Parente

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi