A proposito della superiorità degli animali rispetto agli uomini

A Zanzibar turisti pagano per guardarli addentrandosi nella foresta, facendosi largo fra le fronde, inciampando, stupendosi e fotografando col selfie stick. Gli animali invece...

A proposito della superiorità degli animali rispetto agli uomini

Buonasera, sono un raro esemplare di colobo rosso; per i profani, sono una scimmietta dal manto vermiglio e dalle lunghe basette che si riscontra solamente in una foresta di Zanzibar. Per esplorarla i turisti sborsano qualche migliaio di scellini tanzaniani, e solo i più arguti si accorgono della chiara scala gerarchica che questa valuta racchiude: sulla banconota da mille c’è un ritratto del maestro di anticolonialismo Julius Kambarage Nyerere, su quella da duemila c’è un ritratto del leone, su quella da cinquemila c’è il rinoceronte e sulla diecimila l’elefante. È innegabile d’altronde che l’elefante sia più grande del rinoceronte, il rinoceronte del leone, e così via. Se poi qualcuno dovesse avere ancora dubbi sulla superiorità degli animali rispetto agli uomini, gli basta considerare quanto segue. I turisti pagano per guardarci addentrandosi nella foresta, facendosi largo fra le fronde, inciampando, stupendosi e fotografando col selfie stick; taluni addirittura noleggiano barchette malsicure per solcare l’Oceano Indiano e raggiungere un’isoletta qui vicino onde visitare un centinaio di secolari tartarughe giganti, e ammirarle mentre rilasciano commisurati escrementi. Noi animali guardiamo invece i turisti gratis, comodamente a casa nostra.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • luigi.desa

    19 Agosto 2017 - 13:01

    Bravo Currado ,ora con gli animalisti -che godono di un plus di animalità feroce contro gli anti animalisti- è dovere degli stati dare personalità giuridica agli animali ,poichè la storia insegna che il più feroce spietato insaziabile macellaio di esseri umani è l'uomo,ergo e dunque abbigne togliere la dignità di persona all'essere umano e concederla alle bestie .tanto uommeni e bestie sono tutti una allegra gioiosa famiglia. Con la differenza che l'omo alcuni animali li schiavizza ( li chiamano di compagnia) altri se li magna.

    Report

    Rispondi

Servizi