L'Inghilterra cancella la Pasqua. Dalle uova

La tradizionale caccia alle uova nei parchi è diventata un buon modo per fare soldi spacciato per metodo di inclusione religiosa

L'Inghilterra cancella la Pasqua. Dalle uova

Dai, veramente ci stiamo scandalizzando per le uova senza Pasqua? Veramente siamo stati colti di sorpresa? I giornali raccontano che in Inghilterra il National Trust, l'ente che protegge e valorizza luoghi di interesse storico o naturale, quest'anno ha deciso di organizzare la tradizionale caccia alle uova nei parchi senza specificare trattarsi di uova di Pasqua ma limitandosi a un più vago “caccia britannica alle uova”. Veramente non ce l'aspettavamo? Da anni in Inghilterra è diventato pressoché impossibile trovare un biglietto che non riduca Pasqua a coniglietti o addirittura a cuoricini adespoti, quando non ne censura il nome porgendo generici “season's greetings”, “auguri di stagione”. Veramente ci sembra strano?

 

La caccia alle uova è sponsorizzata da Cadbury, grande produttore di cioccolato fondato due secoli fa da un cristiano praticante ma ora gestito da gente lesta a dichiarare che togliere la Pasqua dalle uova è un modo per coinvolgere persone di tutte le fedi e di nessuna. Tradotto, è un modo di avere più clienti. E noi veramente restiamo a bocca aperta? In verità per saperlo non c'era bisogno di leggere i giornali, bastava leggere i Vangeli: “Non potete servire Dio e Mammona”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi