Arbitro Cornuto

Fischietti senza futuro

Per Daniele Orsato da Schio tre partite di fila. Nell’ordine, Fiorentina-Milan, Napoli-Juventus e Atalanta-Sassuolo. Due big match e una gara che di big aveva ben poco – e non lo diciamo noi, ma il fatto che gli sia stato accoppiato un assistente di Serie B. Giunti al 6 aprile, Braschi non ha altre cartucce da sparare se non quella di spremere i pochi arbitri di cui si fida, che sembrano in forma.

di Quarantino Fox

Per Daniele Orsato da Schio tre partite di fila. Nell’ordine, Fiorentina-Milan, Napoli-Juventus e Atalanta-Sassuolo. Due big match e una gara che di big aveva ben poco – e non lo diciamo noi, ma il fatto che gli sia stato accoppiato un assistente di Serie B. Giunti al 6 aprile, Braschi non ha altre cartucce da sparare se non quella di spremere i pochi arbitri di cui si fida, che sembrano in forma. Si vive alla giornata, insomma. Si va avanti senza un minimo di programmazione, senza un filo logico. Situazione pericolosissima per il futuro, che – ed è un bene – non sarà più nelle mani di Stefano Braschi. Non si vede la crescita di elementi su cui puntare per i prossimi anni, nessun fischietto al primo anno tra i cadetti ha ancora esordito in Serie A, e questa è una cosa mai vista prima. Ma il presidente dell’Aia preferisce lanciarsi in reprimende ai presidenti e agli allenatori, sbandierare ai quattro venti la positività di una stagione che è stata tutto meno che positiva. Imbarazzante.

di Quarantino Fox

[**Video_box_2**]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi