Speciale online flash 09:55

Marò, ricorso accolto e processo sospeso

La Corte Suprema indiana ha ammesso il ricorso presentato dalla difesa dei due Marò italiani, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, contro la giurisdizione e l'utilizzo della Nia, la polizia antiterrorismo, nel processo a loro carico. Poiché ha dichiarato ammissibile il ricorso, la Corte suprema ha chiesto alla controparte, il governo indiano e la Nia, di presentare le loro controdeduzioni. L'esame del ricorso dei Marò contro la Nia slitta dunque a una nuova, futura udienza.

Leggi anche Vito Candidare i Marò

La Corte Suprema indiana ha ammesso il ricorso presentato dalla difesa dei due Marò italiani, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, contro la giurisdizione e l'utilizzo della Nia, la polizia antiterrorismo, nel processo a loro carico. Poiché ha dichiarato ammissibile il ricorso, la Corte suprema ha chiesto alla controparte, il governo indiano e la Nia, di presentare le loro controdeduzioni. L'esame del ricorso dei Marò contro la Nia slitta dunque a una nuova, futura udienza.

L'Italia comunque punta a un'azione internazionale concertata e piu' ampia: l'inviato speciale del governo, Staffan De Mistura, ha detto chiaramente che l'Italia non riconosce la giurisdizione indiana sul caso, che rifiuterà il processo in India e che non presenterà i due militari in tribunale. Giovedì il premier Matteo Renzi - che, ha assicurato De Mistura, continua a sollevare il caso in tutti i suoi incontri internazionali - ha posto la questione sul tavolo anche nel colloquio con il presidente Usa, Barack Obama. Gli Stati Uniti hanno confermato il proprio sostegno e lo stesso Obama si è detto sulla stessa linea di Renzi, ribadendo che il caso dei fucilieri italiani dovrà essere affrontato in seno ad organi internazionali.

Per l'Italia, che era già riuscita a sventare la possibilità di utilizzare il Sua Act (la legge anti-terrorismo
che prevede anche la pena di morte), si tratta di una indubbia vittoria: il riconoscimento, da parte della magistratura indiana della tesi, che la Nia può occuparsi solo di casi di terrorismo.

Leggi anche Vito Candidare i Marò


 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi