Arbitro cornuto

La caduta dei fischietti spagnoli

Delle teorie cospiratrici al sottoscritto non frega niente. Quel che mi interessa, invece, è spendere due parole sulle condizioni del movimento arbitrale spagnolo. Hanno due delle tre squadre più forti del mondo, stelle come Messi e Cristiano Ronaldo che in Italia ce le sogneremo per anni.

di Quarantino Fox

Delle teorie cospiratrici al sottoscritto non frega niente. Quel che mi interessa, invece, è spendere due parole sulle condizioni del movimento arbitrale spagnolo. Hanno due delle tre squadre più forti del mondo, stelle come Messi e Cristiano Ronaldo che in Italia ce le sogneremo per anni. Ma non hanno fischietti in grado di gestirle. Prendete il clásico di domenica. Arbitro Alberto Undiano Mallenco, tempo fa considerato enfant prodige della categoria. Talmente bravo da prendere il posto del Mejuto González di venerata memoria al Mondiale del 2010. In realtà, appena varcati i confini nazionali, si è rivelato discreto o poco più. Ma in Spagna (tolti forse altri due) di meglio non c'è. Il motivo di cotanto declino, è nel sorteggio integrale che per anni ha smistato gli arbitri in Liga. Il risultato di tanta supposta eguaglianza non ha fatto altro che distruggere quanto era stato pazientemente costruito nei decenni precedenti. Hanno devastato tutto, buttandoci sopra il sale. I risultati sono questi.

di Quarantino Fox

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi