Speciale online flash 13:46

Come sono andate le amministrative in Francia

Domenica il primo turno delle elezioni amministrative in Francia è stato una vittoria per il Front national di Marine Le Pen. Il voto riguardava circa 36.000 comuni, compresa Parigi, e lo spoglio è ancora in corso. Il Front national si è presentato in meno di 600 comuni con l’obiettivo di fare eleggere almeno 1.000 consiglieri, secondo le proiezioni l’obiettivo sarà ampiamente superato. Il Fn è riuscito ad andare al secondo turno (si voterà domenica prossima) in 229 città, soprattutto del sud della Francia. Il partito è in testa in almeno 15 città di medie dimensioni, più un paio di grandi centri, come Perpignan e Avignone.

di Eugenio Cau

Come sono andate le amministrative in Francia

Domenica il primo turno delle elezioni amministrative in Francia è stato una vittoria per il Front national di Marine Le Pen. Il voto riguardava circa 36.000 comuni, compresa Parigi, e lo spoglio è ancora in corso. Il Front national si è presentato in meno di 600 comuni con l’obiettivo di fare eleggere almeno 1.000 consiglieri, secondo le proiezioni l’obiettivo sarà ampiamente superato. Il Fn è riuscito ad andare al secondo turno (si voterà domenica prossima) in 229 città, soprattutto del sud della Francia. Il partito è in testa in almeno 15 città di medie dimensioni, più un paio di grandi centri, come Perpignan e Avignone. A Marsiglia ha ottenuto il secondo posto dietro al sindaco uscente Jean-Claude Gaudin dell’Ump. Nella cittadina di Henin-Beaumont, 25 mila abitanti, Steeve Briois, il segretario generale del Fn, è riuscito a vincere al primo turno, superando di poco il 50 per cento dei voti.

Anche Parigi andrà al ballottaggio. La candidata dell’Ump Nathalie Kosciusko-Morizet è in vantaggio sulla socialista Anne Hidalgo di meno di un punto e mezzo, nessuna delle due è riuscita a superare il 50 per cento dei voti. Il secondo turno di Parigi dipende tuttavia dal voto negli arrondissements, i grandi distretti della città: sono i consiglieri espressi dai distretti che eleggono il sindaco, e il partito socialista è in testa in quelli considerati strategici.

A livello nazionale il Partito socialista del presidente François Hollande ha guadagnato il 43 per cento dei voti, risultato deludente anche rispetto alle già magre aspettative, e l’Ump il 48 per cento. Il Front national è stimato al 7 per cento, risultato enorme tenendo conto del fatto che il partito si è presentato solo in una frazione dei 36.000 comuni al voto. Il secondo turno probabilmente ridimensionerà il successo del Front national, in alcuni centri come Tarascon e Saint Gilles, dove il partito è al ballottaggio con l’Ump, le liste socialiste si stanno già ritirando per spingere i propri elettori a votare per i candidati di centrodestra ed escludere il partito di Marine Le Pen.
Domenica l’astensione ha sfiorato il 40 per cento, il dato più alto in un’elezione amministrativa in Francia.

di Eugenio Cau

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi