Speciale online flash 10:30

Renzi vede Merkel. Davanti alla lavagna, con qualche slide

Oggi, nel primo pomeriggio, il presidente del Consiglio italiano, Matteo Renzi, incontrerà la cancelliera tedesca, Angela Merkel. Seguirà una conferenza stampa congiunta attorno alle 18. Il vertice italo-tedesco prevede anche incontri bilaterali tra i responsabili dei principali ministeri, Pier Carlo Padoan (Economia) incluso. "Non siamo gli alunni da mettere dietro la lavagna, siamo l’Italia", ha detto Renzi domenica intervistato al Tg5: "Se facciamo bene il nostro dovere, noi saremo alla guida dell’Europa e non l’ultimo vagone tra quelli ritardatari".

Leggi anche Ferrara Dopo #lavoltabuona e #lasvoltabuona arriveranno #icazziamari Cerasa-Lo Prete Le slide di Renzi per la Merkel

Renzi vede Merkel. Davanti alla lavagna, con qualche slide

Oggi, nel primo pomeriggio, il presidente del Consiglio italiano, Matteo Renzi, incontrerà la cancelliera tedesca, Angela Merkel. Seguirà una conferenza stampa congiunta attorno alle 18. Il vertice italo-tedesco prevede anche incontri bilaterali tra i responsabili dei principali ministeri, Pier Carlo Padoan (Economia) incluso.

"Non siamo gli alunni da mettere dietro la lavagna, siamo l’Italia", ha detto Renzi domenica intervistato al Tg5: "Se facciamo bene il nostro dovere, noi saremo alla guida dell’Europa e non l’ultimo vagone tra quelli ritardatari". Il quotidiano tedesco Welt, stamattina, titola così il suo articolo per anticipare l'incontro: "Italiens Premier provoziert Merkel mit Anti-Sparkurs", cioè "Il premier italiano provoca Merkel con l'anti-austerity". Ma quali sono davvero i margini di manovra di Renzi in Europa? Il Foglio ne ha scritto sabato, anticipando i principali dossier all'attenzione del governo di Roma.

Alla Cancelliera Merkel, ha detto oggi il sottosegretario alla presidenze del Consiglio Graziano Delrio in un'intervista a Repubblica, Renzi "dirà che abbiamo i conti in ordine, che siamo risolvendo la questione dei debiti della pubblica amministrazione, che stiamo facendo le riforme. Siamo sulla condizione della Germania di qualche anno fa, alla vigilia del piano di importanti riforme immaginato da Schroeder. Grazie a quel piano la Germania chiese e ottenne dalle istituzioni europee un  atteggiamento più flessibile. Venne accontentata e si avviò su un cammino di crescita che non si è più fermato".

Leggi anche Ferrara Dopo #lavoltabuona e #lasvoltabuona arriveranno #icazziamari Cerasa-Lo Prete Le slide di Renzi per la Merkel

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi