Giocare con la sponda riformista

Il comportamento di Silvio Berlusconi, che rinuncia a toni tribunizi per aiutare Matteo Renzi a salvarsi dalle tagliole che i neocentristi, alleati dei suoi avversari nel Pd, continuano a mettere sulla strada delle riforme, è una prova di responsabilità che, secondo alcuni suoi sostenitori, rasenta l’autolesionismo.

Giocare con la sponda riformista

Il comportamento di Silvio Berlusconi, che rinuncia a toni tribunizi per aiutare Matteo Renzi a salvarsi dalle tagliole che i neocentristi, alleati dei suoi avversari nel Pd, continuano a mettere sulla strada delle riforme, è una prova di responsabilità che, secondo alcuni suoi sostenitori, rasenta l’autolesionismo. Se è comprensibile l’imbarazzo di chi preferirebbe uno scontro aperto con il Pd e una facile denuncia delle sue contraddizioni e della slealtà nei confronti degli accordi stipulati, solo poche settimane fa, con Forza Italia, va detto che nella scelta di Berlusconi non c’è solo un atto di generosità, ma anche intelligenza politica. Tutte le persone di buon senso sanno che le riforme sono indispensabili, hanno capito che l’unico modo per uscire dal blocco istituzionale è la collaborazione tra i due maggiori partiti e quindi il giudizio, anche elettorale, terrà conto di chi si è comportato in modo più costruttivo. Oggi è chiaro che Berlusconi, nonostante la condizione in cui è stato messo dallo strapotere giudiziario, è il sostenitore più coerente delle riforme, mentre Renzi fatica sempre di più ad assicurarsi la lealtà della maggioranza che sostiene il suo governo. Naturalmente nessuno può salvare Renzi se non si salva anche da solo, se non riesce a imporre un minimo di ordine tra chi inventa una nuova dissidenza al giorno, con l’evidente scopo di far saltare l’intesa sulle riforme con Forza Italia, l’unico elemento che differenzia Renzi dal suo predecessore. La generosità di Berlusconi ha un limite oggettivo, non solo di tempo, ma anche nel rispetto della sostanza. Renzi ne tragga vantaggio, ma non può illudersi che il soccorso azzurro basti a governare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi