Le riforme simboliche valgono di più

Matteo Renzi ha indicato i temi che intende affrontare nei tre mesi successivi al suo insediamento ponendo, nell’ordine, il mercato del lavoro, lo snellimento delle incombenze burocratiche e il fisco. I contenuti non sono ancora chiari, ma la graduatoria delle priorità è convincente perché pone al primo posto la riforma del mercato del lavoro e al secondo quella della burocrazia, cioè la deregolamentazione dell’economia.

Le riforme simboliche valgono di più

Matteo Renzi ha indicato i temi che intende affrontare nei tre mesi successivi al suo insediamento ponendo, nell’ordine, il mercato del lavoro, lo snellimento delle incombenze burocratiche e il fisco. I contenuti non sono ancora chiari, ma la graduatoria delle priorità è convincente perché pone al primo posto la riforma del mercato del lavoro e al secondo quella della burocrazia, cioè la deregolamentazione dell’economia. Sono le due riforme che per il loro effetto di rottura, anche su punti circoscritti nevralgici, possono generare il maggior impulso all’economia dal punto di vista della produttività, cruciale per la crescita. Le due riforme, su temi specifici dotati di alto valore simbolico, possono essere effettuate a costo zero, senza chiamare in causa i complicati problemi delle regole sul deficit e sul debito. Per il mercato del lavoro, ciò vale per la riforma dell’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori, per quel che riguarda il tabù dei licenziamenti disciplinari. Quando Craxi, nel giorno di San Valentino dell’84, tagliò alcuni punti di scala mobile formalmente non pose fine a questo meccanismo automatico di riproduzione dell’inflazione. Ma di fatto questo atto politico decisionista innescò un effetto valanga, per cui l’intero strumento crollò. E il mercato, interpretando in anticipo questa conseguenza, diede luogo a una riduzione dell’inflazione e a un aumento della crescita e dell’occupazione. Un effetto analogo lo può ottenere Matteo Renzi operando con decisione con due riforme del lavoro e della burocrazia concentrate su punti specifici. E ciò genererà la base per l’impegno finanziariamente più difficile, quello successivo, dei tagli fiscali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi