Letta si è dimesso. Il calendario delle consultazioni

 


 

 


 

"Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha ricevuto oggi al Quirinale il Presidente del Consiglio dei Ministri onorevole Enrico Letta - accompagnato dal Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio, Filippo Patroni Griffi - che gli ha rassegnato le dimissioni, irrevocabili dell'esecutivo da lui presieduto". A renderlo noto un comunicato del Quirinale.

Enrico Letta, si legge nella nota del Colle, “ritiene che un formale passaggio parlamentare non potrebbe offrire elementi tali da indurlo a soprassedere dalle dimissioni, anche perché egli non sarebbe comunque disponibile a presiedere governi sostenuti da ipotetiche maggioranze diverse".

"Il Parlamento - spiega la nota - potrà comunque esprimersi sulle origini e le motivazioni della crisi allorchè sarà chiamato a dare la fiducia al nuovo Governo". Un'identica procedura, ricorda il Colle, è stata adottata anche quando furono Silvio Berlusconi e Mario Monti a rassegnare le loro dimissioni senza alcun preavviso.

Enrico Letta, subito dopo aver rassegnato le dimissioni nelle mani del Capo dello Stato, è rientrato a palazzo Chigi e ha pranzato con il suo staff. Il presidente della Commissione Ue, Josè Manuel Barroso, ha chiamato l'ormai ex premier per esprimergli "grande apprezzamento per la cooperazione sviluppata in questo periodo". Letta, ha aggiunto Barroso, "ha dimostrato un grande impegno per l'Europa" ed "è stato un piacere lavorare con lui".   

LE CONSULTAZIONI - Le consultazioni al Quirinale sono iniziate nel pomeriggio, alle 17, con il presidente del Senato, Pietro Grasso e la presidente della Camera, Laura Boldrini, che al termine del colloquio con Napolitano non hanno rilasciato dichiarazioni. L'ufficio stampa della Presidenza della Repubblica ha reso noto il calendario della consultazioni di domani. Per il Pd non è in programma la presenza del segretario Matteo Renzi. Della delegazione di Forza Italia invece farà parte Silvio Berlusconi. Manca dall'elenco solo il Movimento 5 stelle, mentre era prevista la presenza della delegazione della Lega, fino all'annuncio da parte del segretario, Matteo Salvini, che ha dichiarato che non salirà al Colle. Si inizia alle 10 con l'Svp e si chiude alle 19.15 con il Pd.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi