Arbitro cornuto

Montella che se la prende con Mazzoleni perché gli avrebbe dato del “lamentino” non fa altro che aprire le danze: siamo a febbraio, il campionato entra nel vivo, questo per tradizione è il periodo peggiore per gli arbitri.

di Quarantino Fox

Montella che se la prende con Mazzoleni perché gli avrebbe dato del “lamentino” non fa altro che aprire le danze: siamo a febbraio, il campionato entra nel vivo, questo per tradizione è il periodo peggiore per gli arbitri. Il loro operato è vivisezionato come neppure un cadavere sul tavolo del patologo in C.s.i. Se però le prodezze dei ragazzi di Braschi saranno come quella di Gianluca Rocchi domenica sera in Juventus-Inter – avrebbe meritato la convocazione ai Mondiali –, tutto è destinato a filare liscio. Dopo le polemiche per le visioni avute da Tagliavento in Torino-Atalanta, Rocchi ha arbitrato in modo superbo. Certo, qualche perfezionista avrebbe voluto il rosso diretto a Kuzmanovic al dodicesimo del primo tempo per un’entrataccia da carpentiere su Vidal, ma l’arbitro fiorentino ha frequentato il corso per arbitri. E sa che la regola principale è quella non scritta: la capacità di portare a casa una partita usando intelligenza e saggezza. Senza soffiare inutilmente su braci già ben calde.

di Quarantino Fox

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi