"Se continui a bocciarmi ti spacco il ..."

Uno studente dell'Università di Torino è stato sospeso tre mesi per un messaggio esplicito al professore

"Se continui a bocciarmi ti spacco il ..."

L'Università di Torino

L’ha fatta grossa, cosicché ieri è stato sospeso per tre mesi dall’università, non potrà seguire i corsi di didattica dal computer di casa, collegarsi all’area riservata al sito di Giurisprudenza, né, tantomeno, sostenere esami. La decisione, a maggioranza, è stata presa dal Senato accademico dell’ateneo di Torino dopo che lo studente, all’evidenza esasperato, aveva mandato a uno dei professori un messaggio mail dal contenuto clamorosamente esplicito: “Se continui a bocciarmi, ti spacco il culo”. No, il Senato accademico non ha voluto precisare se l’interessato fosse dalemiano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • pia.banchelli

    24 Febbraio 2017 - 10:10

    Ma anche il nuovo candidato magistrato-politico Emiliano ha molto da insegnare.Pia Banchelli

    Report

    Rispondi

Servizi