E beneficiati (grillini) s'incazzarono con i benefattori (giornalisti)

La lista di Di Majo e l'eterogenesi dei fessi

E beneficiati (grillini) s'incazzarono con i benefattori (giornalisti)

Luigi Di Maio (foto LaPresse)

L’acqua con le orecchie, gli portarono. Vennero amati quando raccontarono, con tanto di verbali secretati, che il nipote di un cugino della cognata di quel carrozziere, parente di un posteggiatore che aveva guidato la manovra all’indietro di un’automobile, pare di Craxi, si trovava non per caso sulla soglia di un giusto arresto. Vent’anni di successi. Diciamo trenta. Perfino quella cagata di Mafia capitale. Quell’altra dei terribili Occhionero. Partirono di tango al primo tocco di chitarra della principale procura, ma anche dell’ultima. E ci marciarono alla grande, i babbei a Cinque stelle (copyright Christian Rocca). Ora i beneficiati si sono incazzati coi benefattori. Ma pure le vittime dell’incazzatura, sono incazzate coi beneficiati. Cosicché, non riusciamo a capire se Bonini&Sarzanini (ai quali va tutta la nostra solidarietà di casta) si ritrovino martiri dell’eterogenesi dei fini o di quella dei fessi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • giantrombetta

    09 Febbraio 2017 - 08:08

    Eterogenesi dei fini o dei fessi, stupendo! Fini inteso pure come il già Presidente della Camera dei deputati?

    Report

    Rispondi

Servizi