Aprire gli occhi a Camusso, Bersani, Davigo, Rodotà&Co.

Tutti insieme, per dirgli finalmente come stanno le cose. Sarebbe una gran figata

Aprire gli occhi a Camusso, Bersani, Davigo, Rodotà&Co.

Dite un po’, non sarebbe una figata riunire in una grande sala la Susanna Camusso, i cobas, Gotor, quei birichini del Manifesto, con Bersani e Speranza, e certamente Paolo Flores, più Rodotà, più alcuni economisti che so io, qualche Asor Rosa, il dottor Davigo in rappresentanza della superba categoria, frotte di giornalisti che vanno per la maggiore, un po’ di banchieri, con il Comitato insegnanti deportati accoccolato rigorosamente nelle poltronissime, poi sul più bello esce il direttore con la grande orchestra e gli suona a tutti “Babbo Natale non esiste”?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • fabriziocelliforli

    03 Gennaio 2017 - 13:01

    il paradosso è : mettere in dubbio l'esistenza di Babbo Natale: sacrilegio antiateo. Mettere in dubbio l'inesistenza (dogma laicistico imperante) di Dio: anatema antilaicista.

    Report

    Rispondi

  • gianni.rapetti

    03 Gennaio 2017 - 09:09

    Ma per loro Babbo Natale esiste da una cinquantina d'anni abbondanti e non ci crederebbero.

    Report

    Rispondi

Servizi