L'automatismo della giustizia italiana

E niente, le loro eccellenze non schiodano. Minacciano lo sciopero: “Abbiamo manifestato al governo il disagio della magistratura”.
L'automatismo della giustizia italiana

(foto LaPresse)

E niente, le loro eccellenze non schiodano. Minacciano lo sciopero: “Abbiamo manifestato al governo il disagio della magistratura”. Tre mesi di tempo al pm per la richiesta di rinvio a giudizio dopo la chiusura delle indagini non bastano. La proroga dei pensionamenti non basta. La riformetta del processo penale? “Inutile e dannosa”. E a stabilirlo è stato nientemeno che  l’eccellentissimo dottor Davigo. Di tempi per la prescrizione, nemmeno a parlarne. E il governo s’adegua. C’è il referendum, è pericoloso. Troppa carne al fuoco. E le toghe sono troppo potenti. Quel po’ di ammuina, poi neanche stavolta si farà niente di serio. E’ un’abitudine, sulla giustizia, praticamente un automatismo. “ Ma è allucinante”, potrebbe dire Gentiloni a Renzi.  

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi