La logica della violenza secondo Papa Francesco

15 gennaio 2015, a bordo del volo papale verso lo Sri Lanka, subito dopo Charlie Hebdo. Che Papa Ciccio commenta così: “E’ vero che non si può reagire violentemente. Ma se il dottor Gasbarri, che è un amico, dice una parolaccia contro la mia mamma, si aspetta un pugno”.
La logica della violenza secondo Papa Francesco

Papa Francesco (foto LaPresse)

15 gennaio 2015, a bordo del volo papale verso lo Sri Lanka, subito dopo Charlie Hebdo. Che Papa Ciccio commenta così: “E’ vero che non si può reagire violentemente. Ma se il dottor Gasbarri (Alberto Gasbarri è l’organizzatore dei viaggi papali, nelle visite apostoliche compare sempre a fianco del Papa, ndr), che è un amico, dice una parolaccia contro la mia mamma, si aspetta un pugno”. Appunto. Dev’essere che, tra un cantico e un’eucarestia, quel venerando di padre Hamel diceva le parolacce.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi