Le scoperte sul genoma e Brunetta

Due decenni di scoperte sul genoma hanno aiutato a capire meglio, e talora a spiegare in modo completamente nuovo, comportamenti che prima era più difficile comprendere.
Le scoperte sul genoma e Brunetta

Renato Brunetta (foto LaPresse)

Due decenni di scoperte sul genoma hanno aiutato a capire meglio, e talora a spiegare in modo completamente nuovo, comportamenti che prima era più difficile comprendere. Convinti che larga parte di essi derivasse dall’ambiente in cui si viveva, o dall’educazione ricevuta, sappiamo ora che non è così. Molte nostre manifestazioni, il dipendere dall’alcol, per esempio, e la facilità, o la difficoltà, di rapportarsi con gli altri, ma perfino la fedeltà in amore o il modo di ragionare, potrebbero essere iscritte nei geni. Non dipendono dal contesto, cioè, bensì dalla struttura del Dna di ciascuno. Ciò che dovrebbe persuadere quanto sia inutile ostinarsi a discutere con Brunetta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi