Le ragioni del presidente dell'Anpi per votare No al referendum

Direttive dell’avvocato Carlo Smuraglia, presidente dell’Associazione nazionale partigiani italiani: “… è lecito chiedere, pretendere, comportamenti che non danneggino l’Anpi e che cerchino di conciliare le decisioni con la libertà di opinione."
Le ragioni del presidente dell'Anpi per votare No al referendum

Carlo Smuraglia, presidente dell'Anpi, durante la manifestazione per le celebrazione del 25 aprile a Milano (foto LaPresse)

Direttive dell’avvocato Carlo Smuraglia, presidente dell’Associazione nazionale partigiani italiani: “… è lecito chiedere, pretendere, comportamenti che non danneggino l’Anpi e che cerchino di conciliare le decisioni con la libertà di opinione. Facciamo degli esempi. Si può ufficialmente e con delibere formali (anche congressuali) rifiutare di aderire ai Comitati per il No al referendum? A nostro parere, no, non si può. E si può costituire e aderire a un Comitato per il Sì? A nostro parere non si può. E non si può per motivi politici, per rispetto dell’Associazione e per rispetto delle direttive degli organismi dirigenti. Ma allora, si dirà, a che serve il pluralismo?”. Ecco la tipica domanda del menga.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi