Considerazioni sparse su giudici e Davigo

Sarò proprio venuto male io, questo lo so da un pezzo, ma penso ai mille giorni di carcerazione preventiva subiti da Cosentino per “concorso esterno”; penso al presidente campano del Pd già condannato e linciato dal combinato disposto procura-giornalacci; penso ai mille casi simili; al signor Davigo col suo metodo “poche balle” di concepire giustizia e giurisdizione; poi leggo del terremoto 3,1 scala Richter che ha disturbato, nei giorni scorsi, proprio quel Mugello rosso che premiò Di Pietro con l’80 per cento dei voti e mi domando: possibile che quando la natura avrebbe agio di mostrarsi in tutta la sua sbalorditiva potenza, mi faccia la sparagnina?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi