Perché ora Mafia capitale va presa sul serio

Tassello dopo tassello, i dubbi su Mafia capitale vanno svanendo. La questione sembra davvero seria e la teoria della presenza della piovra nella città del Papa va prendendo consistenza sempre maggiore.

Tassello dopo tassello, i dubbi su Mafia Capitale vanno svanendo. La questione sembra davvero seria e la teoria della presenza della piovra nella città del Papa va prendendo consistenza sempre maggiore. L’ultima venuta fuori pare proprio decisiva. Andando al sodo: era in qualche modo coinvolto nel velenoso reticolo anche Francesco Totti. Si ricorderà a questo punto come uno dei numerosi motivi capace di inarcare il sopracciglio degli scettici fosse proprio che il gruppo criminale sottoposto al Cecato non sembrasse disporre nemmeno dell’armamentario classico con cui operano per consuetudine i mafiosi: pistole, mitragliette Skorpion, lupare, lanciarazzi, fionde, kalasnikov, dinamite, armi da guerra, e insomma, non si trovava un accidente. Strano. Ma fino a ieri, ora non più: sostiene infatti la procura che Totti è un cannone.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi